La pausa caffè sul lavoro aumenta la produttività di un italiano su due

MILANO – Bere caffè rende più produttivi sul lavoro. Lo pensa il 56% degli italiani: una percentuale che non ha eguali in Europa, secondo un’indagine svolta da YouGov per conto dell’ISIC, l’Istituto per l’Informazione Scientifica sul Caffè, i cui risultati sono stati presentati in coincidenza con le celebrazioni per la Giornata Internazionale del Caffè.

L’analisi dei risultati offre interessanti spunti di riflessione ed evidenzia importanti differenze culturali e sociologiche esistenti da paese a paese.

Il cam18253746_10211232653445495_472148572_npione

L’indagine è stata compiuta online, tra il 15 e il 22 maggio, un campione di 8.214 adultidi 6 paesi europei: Finlandia, Germania, Italia, Olanda, Regno Unito e Spagna. I dati raccolti sono stati successivamente sottoposti a elaborazione statistica.

Scopo dell’indagine

Scopo dell’indagine conoscere più da vicino le abitudini di consumo sul posto di lavoro e la correlazione percepita tra consumo di caffè e produttività.

Oltre i due terzi bevono caffè

Primo dato importante: il forte radicamento dei consumi. Più dei due terzi degli intervistati (68%) dichiara infatti di bere caffè nel corso della giornata lavorativa. Cosa motiva il consumo?

 

Fonte: Comunicaffè

Written by

Vendita e assistenza attrezzatura da bar. Comodato d'uso gratuito di macchine da caffè a cialde e capsule per casa e ufficio.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>